mercoledì 17 aprile 2013

Quando ero gnocca


Mia madre mi ha portato un sacco pieno di cianfrusaglie risalenti alla mia adolescenza, quindi più o meno, si tratta del Paleolitico. Ho trovato cimeli storici come il mio walkman, compagno di tante avventure, la bottiglia vuota della Smirnoff della gita scolastica a Lisbona, il floppy disk della mia tesina di maturità – il floppy! - e delle foto veramente agghiaccianti. E' vero, sono fototessera, e normalmente nelle foto dei documenti si hanno espressioni degne di poster “Wanted” con la taglia da 100.000$, ma durante gli anni dell'adolescenza si è veramente dei brutti anatroccoli. Io, poi, non mi truccavo per niente e avevo un taglio di capelli senza un reale senso di esistere. C'è stato, però, un periodo della mia giovinezza in cui mi trovavo carina. Quasi quindicenne, avevo trascorso due mesi in Sardegna dai nonni e mi ero imposta di dimagrire. Tutti i giorni in spiaggia a nuotare e fare lunghe camminate con il mio fidato walkman, due volte a settimana aquagym al mare, altre due volte andavo con mia zia a correre intorno allo stadio – ceeeee, il Sant'Elia! - il tutto abbinato ad una dieta equilibrata. Certo, senza figli, senza marito, senza responsabilità particolari è tutto molto più semplice. Insomma, sono tornata a settembre super abbronzata, capelli lunghi biondi e dimagrita di otto chili: una gnocca, modestamente parlando. Il brother ha pensato che così poteva portarmi in giro e abbiamo cominciato a uscire insieme. Ah, l'amore fraterno.
Quella di oggi è, più che una ricetta, un'idea per mangiare la carne in modo sfizioso, ma leggero, che ho imparato da mia zia. Le cotolette light sono veramente buone, con l'impanatura aromatizzata all'origano – ma ognuno può sbizzarrirsi con le erbe che più piacciono – e senza l'utilizzo dell'uovo. Qualche goccia di limone sulla panatura e accompagnate a pomodori in insalata: un piatto fresco, gustoso e leggero. Piaceranno molto anche ai bambini, garantito.

A casa mia...chi viene a correre con me?

Cotolette light all'origano

5 commenti:

  1. Scusa Marghe, ma... tu SEI gnocca :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oooooh, aspettavo solo questo commento! ;-)
      Grazie Ale!

      Elimina
  2. Scopro 14 anni dopo che siamo andate a Lisbona insieme :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Cri! Che gita meravigiosa! Io mi ero pure innamorata di un autoctono...;-)

      Elimina