lunedì 9 settembre 2013

Settembre

Foto di ilquotidianoinclasse.corriere.it
Amici cuochi, buon anno!
Oh sì, oggi inizia ufficialmente la scuola e così anche il vero capodanno. Settembre è sempre stato per me un mese particolare dove emozioni e sentimenti contrastanti trovano casa: le vacanze sono finite – buuuuu – sono super abbronzata, i capelli si sono schiariti e lo smalto rosso risalta un casino – yeeeee – la scuola/lavoro ricomicia – buuuuu - rivedo i miei compagni/amici/colleghi – yeeeee- non ho più occasione di mettermi quel costume fighissimo appena comprato in saldo – buuuuu - quel leggero capospalla per il freschetto mattutino è una piccola goduria – yeeeee!
Settembre è il vero mese dei propositi, delle agende che profumano di nuovo da compilare con bella grafia (questo dura sì e no due giorni, poi diventano un'accozzaglia di appuntamenti, compleanni e appunti che manco un medico scrive così), delle matite temperate in ordine cromatico, dei colletti stirati, dei buoni progetti in cui buttarsi perché, come imparai al tempo del liceo, “progetto” vuol dire gettare avanti, oltre le proprie paure e timori, non solo le idee, ma anche il cuore.
E allora avanti con le liste! La mia personalissima to do list:
  • Trovare un lavoro (questo è serio)
  • Diventare ricchissima (magari prima trovo un lavoro)
  • Provare tante ricette e azzardare accostamenti che fino ad ora non ho fatto (magari evito mango e gorgo)
  • Fare per almeno un mese di seguito una dieta (e non riprendere peso in quello successivo)
  • Visitare una capitale europea (ma anche due, tre...)
  • Non aspettare tre mesi per andare dal parrucchiere e ritrovarmi un ciuffo da far invidia a Brandon Walsh.
Ovviamente non mi scordo di voi, amici cuochi, e vi prometto che continuerò a cucinare per esservi d'aiuto tra i fornelli anche perché – diciamolo – in questo periodo di vacanza mi avete fatto preoccupare alquanto: le ricette più cliccate dell'estate sono state il risotto con funghi porcini secchi e il panino wurstel e crauti. I casi sono tre: siete stati tutti in ferie in Scandinavia, avete lo stomaco ricoperto d'amianto, il caldo vi ha dato alla testa!
Vengo subito in vostro soccorso, con una ricetta facile facile che sa ancora di estate: le farfalle con tonno fresco e pistacchi. Il tonno tagliato a cubetti ha bisogno di pochissima cottura, uno spadellamento veloce, poi qualche pomodorino fresco, basilico profumato e per finire un po' di pistacchi tritati grossolanamente che danno croccantezza e si sposano benissimo con il tonno.
Un primo veloce, buono assaje, anche un modo per far mangiare il pesce (il tonno in tranci è senza spine) ai bimbi.
E non scordatevi del vino bianco freschissimo! E se tra i vostri propositi c'è quello di bere meno (io non lo metto, son mica matta!), oggi vi è concesso perché è il primo dell'anno e si festeggia!

A casa mia...bentornati!

Farfalle con tonno fresco e pistacchi

2 commenti:

  1. Marghe, te lo dico da amica, da lettrice e da prof: scrivi proprio bene!
    Chiara Sivi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Chiara!
      Allora mi promuovi? ;-)

      Elimina