venerdì 1 febbraio 2013

Weekend in cucina


Il Taste&Match di ieri è stato di nuovo un successo e una bellissima esperienza. Il mio sformatino di zucca mantovana e mandorle con crema al raschera è stato molto apprezzato ed è stato bello poter incontrare tante persone con la passione per la cucina e il buon vino. Alcune erano presenti anche la scorsa volta di novembre al Circolo dei Lettori e si ricordavano bene anche il piatto che avevo cucinato allora (ecco la ricetta!). Devo ufficialmente ringraziare la mia amica Mufi, mia partner della serata e meravigliosa addetta al vino, che con il suo sorriso, il suo charme e la sua preparazione sull'enogastronomia, ha conquistato tutti. In particolare due tizi che avevano particolarmente apprezzato tutti e otto i vini della serata e le hanno chiesto anche l'autografo. Una vera diva.
E' stato un evento stancante:tante ore in piedi per cucinare (alla fine sono venuto fuori 72 sformatini) e ore piccole. Per fortuna oggi è venerdì e si stanno aprendo le porte del weekend con un po' di meritato riposo e di esperimenti ai fornelli.
Oggi vi propongo un grande classico, una ricetta che ha bisogno di un po' di tempo a disposizione e il fine settimana è perfetto per poter provare. I tortellini in brodo sono una delle pietre miliari della cucina italiana e in particolare di quella emiliana. E' uno di quei piatti che le massaie tramandano alle figlie e alle nipoti, per cui ogni famiglia ha la sua variante, il suo ingrediente segreto. Non avevo una ricetta particolare, per cui sono andata un po' a senso e a mio gusto, facendo un ripieno con un pezzo roastbeef che mi era avanzato, mortadella, parmigiano, uova, prezzemolo e noce moscata. E' venuto meraviglioso. La sfoglia di pasta non deve essere troppo sottile per evitare che si rompa mentre si girano i tortellini. Questo piatto semplice, ma di una bontà superlativa l'ho preparato per Natale e il brodo che ho utilizzato è quello del bollito. Si può usare anche il dado, per carità, ma non è la stessa cosa.
I tortellini si possono preparare e poi congelare in sacchettini, in modo da averne sempre a disposizione pronti per essere tuffati nel brodo caldo.

A casa mia....mo' stai fermo lì, che te lo do' io il promemoria!

Tortellini in brodo

1 commento:

  1. Viva Marghe! Viva i tuoi Fans! Viva i nostri Fans! :))

    RispondiElimina